Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale (Ptcp)

Il Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale (Ptcp) costituisce il quadro di riferimento per le politiche territoriali sovralocali e si configura come strumento di:
 
·                     attuazione della programmazione regionale;
·                     assetto e tutela del territorio;
·                     valenza paesaggistico - ambientale;
·                     programmazione socioeconomica;
·                     indirizzo per la sostenibilità della pianificazione comunale.
 
Attraverso il Piano si valutano la compatibilità degli atti della Provincia e di quelli di altri enti come ad esempio i Piani di Governo del Territorio dei Comuni.
 
La Provincia di Mantova ha approvato il Ptcp nel 2003 secondo le direttive contenute nelle leggi regionali 18/1997 e 1/2000 (Ptcp 2003). Successivamente la legge regionale n. 12/2005 ha modificato le norme per la pianificazione territoriale, ridefinendo ruolo, contenuti e prescrittività dei diversi strumenti di governo del territorio e rendendo necessario l'adeguamento del Ptcp. La Variante al piano del 2003 è attualmente vigente: è stata approvata dal Consiglio Provinciale l'8 febbraio 2010 ed ha acquisito efficacia con la pubblicazione sul Burl n. 14 del 7 aprile 2010 (Variante Ptcp 2010). 
Il processo di adeguamento ha comportato l'integrazione di contenuti ambientali nel piano attraverso:
 
·                     Valutazione Ambientale Strategica (VAS) per valutare le conseguenze del percorso decisionale sull'ambiente e supportare le scelte più sostenibili;
·                     Valutazione d'incidenza Ambientale (VINCA) per verificare gli eventuali impatti sui siti Natura 2000 e individuare le conseguenti misure di mitigazione e compensazione.
 
La partecipazione dei vari attori ha avuto un ruolo centrale nella costruzione del piano e della VAS per aumentare la consapevolezza dei problemi, ricercare il consenso sulle soluzioni e cogliere le opportunità offerte dal confronto con i tutti i soggetti interessati.